Damiano Fina

Ciao sono Damiano!

  • Damiano Fina
  • Vicenza, Italia
  • Parlo: English, Italiano

Esperienze

Postcarts

Damiano non ha ancora pubblicato Postcarts

Chi sono

[ITA] Damiano Fina è un danzatore butoh e pedagogista queer. La sua ricerca si basa sulla mistica del metodo FÜYA ed è influenzata dall'animismo, dagli antichi rituali della Grecia Classica, dagli insegnamenti zen del monaco Dogen, dalla Body Art degli anni Sessanta e dalla Danza Butoh. Nel 2018 ha pubblicato il libro "La danza di Eros e Thanatos per una Pedagogia Queer". [ENG] Damiano Fina is an Italian artist. His research is focused on rituality and spirituality of FÜYA Method. His art work is influenced by Animism, ancient rituals in the Classical Greece, Dogen's Zen and Butoh Dance. In 2015 he founded FÜYA Method as a transcendental practice. His work explores the illusory contradiction between equilibrium and disequilibrium, in this field of research he is introducing a Queer Pedagogy.

Il mio mondo, i miei luoghi

Home Gallery I dati sulla posizione esatta dell'atelier dell’artista sono forniti dopo la conferma della prenotazione dell'Esperienza.
Basilica Palladiana Monumento
Perché mi piace
La Basilica Palladiana è il cuore di Vicenza. Il progetto di Andrea Palladio la collocava al centro della città ideale. Oggi è punto panoramico per tutti e un punto di equilibrio per me.
Teatro Olimpico Teatro
Perché mi piace
Teatro storico di Vicenza e uno dei teatri chiusi più antichi d'Europa. Oggi è sede di spettacoli classici e di concerti. Per me è uno spazio magico.
La Rotonda Villa
Perché mi piace
Detta La Rotonda, Villa Capra è uno dei pochi esempi di ville palladiane il cui teatro paesaggistico è stato quasi completamente preservato.
Monte Berico Punto Panoramico
Perché mi piace
Monte Berico è il punto panoramico più celebre della città. Meta romantica e di pellegrinaggio. Per me è la tappa delle passeggiate in cerca d'ispirazione.
Santa Corona Santuario
Perché mi piace
All'interno della Chiesa di Santa Corona è possibile ammirare il Battesimo di Cristo di Giovanni Bellini. Questa tela, databile attorno ai primissimi anni del 1500, è pura grazia.