Rossella Terragnoli

Ciao sono Rossella!

  • Rossella Terragnoli
  • Verona, Italia
  • Parlo: Italiano, English

Esperienze

Postcarts

thumb

C'è vita sulle lamiere

2017 - Pittura / Chine / Carta / Paesaggio

€ 40/postcart

Scopri Serie

Chi sono

ROSSELLA TERRAGNOLI Nasce a Verona nel 1981. Terminato il liceo scientifico si introduce al mondo del teatro nel quale lavora tuttora come attrice professionista in un Teatro Stabile di Verona. Durante gli anni del liceo frequenta i corsi liberi all'Accademia di Belle Arti di Verona e, parallelamente al lavoro teatrale, si occupa di arte visiva. Nel 2006 è tra i dieci selezionati ad un bando nazionale e frequenta un workshop intensivo della durata di un mese tenuto dall'artista Giovanni Meloni e dal critico Enrico Sgarbi. In quegli anni condivide un atelier con altri artisti e si occupa principalmente di pittura a olio su tela. Qualche anno dopo, in seguito all'obbligo di abbandonare l'atelier e all'impossibilità di avere accesso a spazio e colori, scopre le potenzialità della bic e di altre penne (penne china, biro...) su tela. Questa tecnica le permette di lavorare in luoghi anche molto angusti, poiché la tela viene appoggiata sulle ginocchia come un album da disegno. Inizialmente vengono tracciati reticoli e sono le organiche deviazioni della bic che scorre sulla tela ad aprire squarci prospettici inimmaginabili. La minima variazione dell'angolazione di una linea fa accadere qualcosa sulla tela, e la mano si muove come in un'improvvisazione teatrale in cui la stessa persona contemporaneamente dirige e agisce, costruendo scenari, squarci urbani, figurazioni. La tecnica stessa la costringe ad avere una visione ravvicinatissima della tela favorendo la creazione di microcosmi inglobati in visioni dilatate che vengono messe a fuoco quando la tela viene guardata da lontano, in un avvicendarsi ossessivo di vedute ravvicinate e distanti. I suoi studi architettonici (laureanda in Architettura alla Facoltà I.U.A.V. di Venezia) probabilmente influiscono sulla rappresentazione di città, seppur visionarie, così come il fascino che da sempre nutre per luoghi abbandonati e decadenti. Nell'autunno del 2016 il critico e curatore d'arte Christian Caliandro seleziona questi lavori realizzati principalmente con penna bic per includerli in un progetto del collettivo MyHomeGallery di Verona. Negli ultimi lavori, in particolare in "Una Costruzione Poetica" e in "Divinazione", cambia il modus operandi. Si intravede l'abbozzarsi di un metodo fondato su una suggestione poetica. La mano non esclude per nulla l'improvvisazione e l'approfondimento di ciò che accade sulla tela, anzi, ma le linee di partenza cadono verticali dall'alto, non appartengono più a reticoli che volevano essere ripetitivi, ordinati e disciplinati tuttavia senza mai riuscirci, poiché forme e figure vi apparivano prepotentemente. Man mano che le linee cadono dall'alto, quelle che sono già "sulla terra" vi si aggrappano, costruendosi. Questo binomio cielo/terra le ricorda come gli antichi usassero guardare il volo degli uccelli nel cielo per prevedere il futuro, e, d'altra parte, immagini di stormi di uccelli che volano su squarci di città erano già un motivo ricorrente in lavori precedenti. Fragili figure di esseri umani si arrampicano su scale e strutture, si affacciano da macerie di città assediate per guardare il loro volo: ma quelle figure divinatorie sono disegnate da mano umana. I sopravvissuti che le scrutano non saranno in balia di eventi incontrollabili bensì di una poetica ordinatrice. Senza poetica non ci sarà nessuna costruzione futura, senza poetica sarà solo il caos.

Il mio mondo, i miei luoghi

Home Gallery I dati sulla posizione esatta dell'atelier dell’artista sono forniti dopo la conferma della prenotazione dell'Esperienza.